TIRO AL PIATTELLO | ORIGINI | ALLE OLIMPIADI | Contattaci | Links

Origini del Tiro al Piattello

Annunci di Lavoro

Storia del Tiro al Piattello

Come detto il tiro al volo, oggi conosciuto come tiro al piattello è un esercizio sportivo di origine recente, per quanto praticato anche in antico, come descrive Omero (Iliade, XXIII), consistente nel tiro eseguito  per colpire un bersaglio mobile in volo.

Le prime gare di tiro ad uccelli in prevalenza piccioni, ebbero luogo nella Sicilia del '700, dove tale sport era molto diffuso con il nome di "sparate". Mentre all' inizio del secolo XIX venne ideato in Inghilterra il cosidetto tiro dei "vecchi cappelli".

Dove

La prima società di tiro al piattello venne costituita a Willesden nel 1857 e dall' Inghilterra tale sport si diffuse poi rapidamente in tutta Europa, specialmente a Montecarlo (dove nel 1872 venne istituito il "Grand Prix du Casinò", che tutt'oggi costituisce la gara più importante del mondo per questo sport).

 E anche l'Italia è stata importante sede di competizioni nella quale tale sport è disciplinato dalla Federazione Italiana T. al V., costituita nel 1927 ed inquadrata nel C.O.N.I.

Il tiro al volo è uno sport molto difficile, che richiede: spiccata attitudine, lungo allenamento, calma e celerità; il tiro al piattello è stato compreso nei giochi Olimpici del 1952.

Gli italiani che hanno guadagnato la medaglia d'oro in questa specialità sono stati: Rossini a Melbourne nel 1956 e Mattarelli a Tokio nel 1964; Romagno Garagnani ha invece ottenuto a Città del Messico nel 1968 la medaglia d' argento nella specialità dello "skeet". Generalmente nelle Olimpiadi le gare si disputano sulla distanza di 200 piattelli.

Andiamo ora  a descrivere nel successivo paragrafo come viene disputata questa gara nelle Olimpiadi e quali sono le altre competizioni simili a quella del tiro al piattello

Navigare Facile
Risorse Attinenti
Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio